Il Tai Ji Quan, traducibile come pugilato della polarità suprema, è una disciplina contraddistinta da movimenti lenti e fluidi la cui funzione ultima è quella di raggiungere uno stato di rilassamento tale da agevolare il fluire e l’utilizzo del Qi, cioè dell’energia interna racchiusa nel corpo.

La pratica del Tai Ji migliora la consapevolezza e la gestione del proprio corpo, aiuta a riscoprirne le potenzialità, aiuta a trovare equilibrio nella vita quotidiana e, più precisamente,

  • Corregge la postura

  • Migliora la flessibilità articolare, l’agilità e la resistenza

  • Rinforza muscoli e tendini

  • Rinvigorisce la mente, la capacità di concentrazione riducendo lo stress

  • Nutre l’universo emotivo

Il Tai Ji Quan è uno stile “interno” di Kung Fu, quindi è una disciplina marziale, che, pertanto migliora le capacità di combattimento e che si esplica nello studio di:

  • forme, cioè sequenze di movimenti eseguiti in maniera fluida e coordinata, da eseguirsi portando consapevolezza in tutto il corpo e nel respiro che è controllato e profondo;

  • Tui Shou, cioè pratica in coppia che consta nello scambiare reciproche pressioni, che migliora l’equilibrio e ad armonizzare i movimenti del corpo;

  • applicazione delle tecniche marziali;

  • meditazione e visualizzazioni atte ad agevolare il fluire del Qi.

Il Tai Ji è in ultima analisi una disciplina che ha la finalità di consentire l’evoluzione dell’uomo nella sua totalità: corpo, mente ed emozioni.